Translate

sabato 12 marzo 2016

La torta della nonna con pasta drolla

La torta della nonna senza glutine fatta da una greca... Tutto sommato non è uscita male a giudicare dal fatto che ho dovuto proprio sottrarre un pezzo per far la foto qui presente! Quindi provatela, ve la consiglio!

Ingredienti:
  • 1 panetto di pasta drolla
  • 600ml di latte
  • 80gr di zucchero
  • 30gr amido di mais
  • 2 uova
  • pizzico di sale
  • mezzo cucchiaino estratto di vaniglia o una bustina di vanillina
  • burro e farina di riso per la tortiera,  amido di mais per stendere la pasta
  • pinoli
  • zucchero a velo

Esecuzione:
Preparate il panetto di pasta drolla, usando per aromatizzarlo la scorza grattugiata di un limone non trattato. Dividete il panetto in due parti, una più grande che servirà per la base e una più piccola che servirà per la copertura, avvolgete i panetti in pellicolla da cucina e lasciateli riposare in frigo.

Nel frattempo mettete in un pentolino il latte freddo, lo zucchero, l'amido di mais e il pizzico di sale e mescolate con la frusta a mano per fa sciogliere l'amido di mais. Mettete sul fornello a fuoco moderato contunuando a mescolare, finchè non diventi una crema. Abbassate il fuoco al minimo e continuate per qualche minuto ancora. Lasciate sfreddare la crema mescolando spesso in modo che non si formi la crosta in superficie. Quando è tiepida versate l'estratto di vaniglia o vanillina e mischiando bene incorporate 2 uova.

Prendete una tortiera pirofila in vetro o porcellana, (io ho usato quella per le crostate di 28 cm) imburratela e infarinatela con farina di riso, ma dimenticatevi di riuscire a togliere la torta da lì una volta cotta! Si tratta di pasta drolla (imbranata) vi ricordate? Quindi la vostra torta sarà delicata da trasferire ad un altro piatto di portata. Sarà presentata, per forza, nella sua pirofila. Usate la carta forno per posizionare i dischi di pasta drolla sulla tortiera. Con un mattarello stendete il primo panetto sopra la carta forno, aiutandovi con un po' di amido di mais. Fatte un respiro profondo e trasferite la pasta spianata su la tortiera, alzando la carta forno e capovolgendo sopra la pirofila. Fatte aderire bene sugli angoli e tagliate i bordi che avanzano. Se si stacca qualche pezzetino rimediate riattaccandolo, a fine opera non si vedrà!

Versate sopra la crema, standete il secondo panetto e coprite la torta. Siate decisi nelle mosse perché se vi capita che metà impasto copra la torta e l'altro metà no vi tocca inventare come coprirla! Chiudete i bordi con una leggera pressione. Mettete un po' di pinoli in una tazzina e aggiungete un goccio d'acqua per bagnarli, in modo che non si bruciano subito al forno. Con un coltello appuntito bucate la superficie della torta e cospargetela coi pinoli umidi.

Mettete a forno convenzionale prescaldato a 180°C e dopo 20 minuti controllate che non si stiamo bruciando i pinoli. Se si sono già colorati copritela con un foglio di alluminio e se occore togliete il calore da sopra spagnendo il grill. Lasciate altri 20-25 minuti e poi toglietela. Una volta fredda, spolverate con zucchero a velo.

Con l'impasto di pasta drolla avanzato dai bordi tagliati formate delle palline, schiacciatele e infornatele per 10-15 minuti. Oltre la torta mi sono usciti anche 4 biscottini per il thè!

6 commenti:

  1. Una ricetta molto buona, mi piace come l'hai preparata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmine, sia per essere passato che per aver apprezzato!

      Elimina
  2. questa torta è davvero una meraviglia. l'aspetto non inganna...ci credo che la tua famiglia l'abbia spazzolata! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' piaciuta. Per essere fatta senza glutine e da una greca poi, il risultato era molto soddisfacente!

      Elimina
  3. Come ti capisco, in quanto ti è rimasta appena, appena una fettina. Anche a casa mia succedono queste cose, ma meglio così, vuol dire che apprezzano le nostre creazioni !

    RispondiElimina
  4. Da provare la tua pasta drolla anche in versione torta della nonna, visto il gran successo che ha avuto in famiglia!!!
    Baci

    RispondiElimina

Grazie per essere passati e aver lasciato un commento! Ogni critica, perplessità, domanda sono per me spunti di riflessione e crescita!