Translate

giovedì 1 dicembre 2016

Yogurt greco con miele e noci



E' giunto il momento! La prima neve ha cominciato ad imbiancare la montagna dei Centauri. Tutto richiama ad una merenda nutriente! Un super food della cucina greca: yogurt con miele e noci!
Molte cose quando escono dal loro contesto culturale, vengono in qualche modo snaturate! Non riescono a portarsi dietro usi e costumi insiti nella loro natura. Difficile renderle giustizia senza il loro backgroud culturale! (Cultura come insieme di saperi, usi e costumi.)
Così succede anche con il famoso abbinamento "yogurt greco, miele e noci!" Viene proposto come dessert, viene proposto già pronto sui banchi dei supermercati, viene proposto in ogni luogo e stagione, viene proposto come un alimento dietetico e povero chi lo assaggia convinto di mangiare leggero e poi si trova a fare i conti con l' ignoranza (nel senso buono della parola) ancor prima che con la sua digestione!
Yogurt greco con miele e noci si serve per la maggiore nei rifugi in montagna, dopo una camminata in mezzo alla natura imbiancata, dopo una giornata di svago sugli sci. Yogurt con miele e noci, se piace, ai bambini che devono crescere, a chi deve andare in palestra per un duro allenamento, agli innamorati per colazione (nei primi tempi) durante un weekend passato nella sudetta montagna... A chi deve saltare un pasto! Per tutti gli altri va bene lo yogurt non colato (esiste anche questo in Grecia!) e senza miele e noci. Oppure ripiegate su un buon risògalo ma pure quello come pasto sostitutivo!
Mi ricordo sempre lo sguardo sbigottito di mia nonna quando una mattina mi svegliai e presi yogurt, miele e noci per fare colazione (ero adolescente, ci sta...) "Stavi scavando tutta la notte?" mi chiese premurosamente. In effetti non serviva tutta quella botta d'energia, per stare seduta cinque ore a scuola facendo pure merenda a metà mattina!
Comunque io la "ricetta" ve la propongo, caso mai vi servono energie per qualche motivo straordinario.

Ingredienti: 

  • Yogurt greco: fatto con latte di mucca, fresco (non in polvere), intero (non scremato!) e colato. La nazionalità delle mucche non ha importanza! Anzi dovete proprio cercare yogurt fatto con latte prodotto nei pascoli più vicini al luogo dove intendete consumare lo yogurt! "Yogurt greco" è greco se fatto allo stesso modo (latte intero fresco, con aggiunta di fermenti lattici e privato da gran parte dello siero mediante colatura) e se portatore degli stessi principi. Quindi munitevi di una garza di cottone, lavata, sciacquata bene, fatta bollire per qualche minuto per sterilizzarla, mettetci dentro la miglior qualità di yogurt locale che potete trovare, in quantità quasi doppia della quantità di yogurt che volete ottenere. Lasciate colare per il tempo necessario che perda lo siero. In alternativa provate a comprare uno yogurt greco già pronto, affidandovi però alle marche che riportano come luogo di produzione la Grecia.
  • Miele: il "cibo degli dei" potrà essere della varietà a voi più gradita: di millefiori, di bosco, di castagno, di agrumi o di corbezzolo, di timo o di abete (il mio è un misto di millefiori e abete.) Importante che il nettare sia stato raccolto dalle api negli stessi pascoli delle mucche! Non sto scherzando! I miele deve essere altretanto prodotto a chilometro zero. Prediligete i prodotti locali. In una coppa di yogurt greco con miele e noci quello che maggiormente si va a gustare sono i profumi e i sapori della natura circostante quando essa dorme sotto un manto di neve.
  • Noci: non mi dilungo oltre! Le noci vanno bene anche quelle californiane se vi dovete recare oltre oceano per gustavi una coppa di yogurt e miele! Altrimenti sempre prodotto locale!

Esecuzione:

Trovate il luogo, la compagnia e gli ingredienti adatti, componete in quantità a vostro piacimento e 

buona degustazione a tutti!



4 commenti:

  1. Questa è una ricetta utilissima, golosa e correlata da informazioni utilissime, grazie Eleni!!

    RispondiElimina
  2. Buona, interessante e molto dettagliata questa ricetta Eleni. Grazie della condivisione e buon weekend.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina! Grazie per essere passata! Buon weekend a voi!

      Elimina

Grazie per essere passati e aver lasciato un commento! Ogni critica, perplessità, domanda sono per me spunti di riflessione e crescita!