Translate

martedì 31 ottobre 2017

Torta della nonna salata

 Una torta profumata, con friabile pasta frolla sotto e sopra, con golosa e morbida crema all'interno e cosparsa di tanti deliziosi pinoli! Assolutamente non può che essere la torta della nonna, ma se io la volessi fare salata e senza glutine? E che problema c'è! Facciamola! La pasta frolla diventa drolla, come chiamo io la pasta frolla fatta con farina di riso! Ma questa volta la faciamo con olio di oliva extravergine, salata e profumata dal formaggio pecorino. La crema dentro la arricchiamo con parmigiano e visto che ci sono pure i pinoli, aggiungiamo il resto degli ingredienti e facciamola al pesto destrutturato! Suvvia! Impastiamo!


Ingredienti:
per la pasta
  • 500g farina di riso
  • 200ml latte
  • 150ml olio d'oliva extravergine
  • 2 uova
  • 4g di sale
  • 100g pecorino grattugiato
  • 1 bustina di lievito in polvere per torte salate
per la crema
  • 600ml latte
  • 30g di amido di mais
  • 1 cucchiaino non colmo di sale
  • 2 uova grandi
  • 30-40g di foglie di basilico
  • un poco di prezzemolo
  • 1 spicchio d'aglio
  • 100g di parmigiano o grana padano
  • 40g di pinoli

Esecuzione:

Imburrate e infarinate con farina di riso una tortiera per crostate.
In una terrina mettete il latte, l'olio, il sale e le uova. Mischiate un po' e poi aggiungete la farina di riso insieme al lievito. Impastate e infine incorporate il pecorino. Formate una palla, copritela con pellicola e lasciatela riposare per 30 minuti.
Nel frattempo preparate la crema. Mettete 400ml di latte in un pentolino a scaldare insieme al sale. Nel frullatore mettete il resto del latte, insieme al basilico, al prezzemolo, all'amido e allo spicchio d'aglio privo del germoglio. Aggiungete nel latte caldo il contenuto del frullatore e con una frusta a mano lavorate portando ad ebbolizione finché non si addensi. Lasciate sfreddare mescolando, in modo che non si formi la crosta in superficie. Appena tiepida, incorporate le due uova tenendo da parte un po' di albume che ci servirà per incollare i pinoli.

Prendete metà dell'impasto di pasta drolla, mettetelo tra due fogli di carta da forno e usando il matterello appiattitelo. Tolgiete la carta forno di sopra e capovolgete in resto sulla tortiera. Aggiustate con le mani i bordi e coprite eventuali aperture. Rivestite per bene insomma la tortiera! Rovesciate il composto di crema al pesto e stendete la copertura di pasta drolla, sempre tra i due fogli di carta forno. Riuscire a capovolgere la copertura sopra la crema senza fare un macello è un'impresa. Fa niente, fatte pure un macello! L'ho fatto anche io. In parte sono riuscita a centrare la tortiera, in parte no... La pasta drolla è finita pure sul tavolo, ma come vedete l'ho recuperata, ho rattoppato e alla fine cottura quasi non si vedeva.
Con una forchetta mischiate energicamente l'albume sottratto dalla crema con un cucchiaino di acqua e spalmate delicatamente la superficie della torta. Cospargete coi pinoli bagnati e mettetela in forno statico prescaldato a 180°C. Dopo 20 minuti controllate e se pinoli hanno preso colore spegnete le resistenze di su e lasciate cuocere per altri 20-25 minuti.
Si serve tiepida.


11 commenti:

  1. Da te trovo sempre ricette originali e squisite!
    Sei davvero brava!
    Un abbraccio!

    Nuovo post sul mio blog!
    Se ti va ti aspetto da me!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Benedetta! Per forza di cose ho iniziato a cucinare troppo presto e con un tutor d'eccellenza, mia nonna... :-)))
      Un abbraccio!

      Elimina
  2. L'aspetto non inganna: è davvero troppo golosa, complimenti per la bellissima idea, per le foto splendide e per la descrizione perfetta della ricetta...bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara mia collega d'aventura! Un bacio!

      Elimina
  3. Cara Eleni, a me sembra che nel guardarla sia buonissima.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Sono tutte cose buonissime ma tu hai due bambini e voi siete in 4 mi vedi fare una cosa cosi per due che nemmeno fanno colazione al mattino e non pranzano che solo un yougurt o insalatina... alla sera che facciamo ci abbuffiamo.... no solo 1 o secondo con contorno. Buona serata cara prendo un pezzo qui. Ciaooo

    RispondiElimina
  5. hm,, looks absolutelly delicious my friend :D I need to try it!

    I'm new GFC follower :D Hope you can follow me back <3

    NEW OUTFIT POST | PORTUGAL FASHION LOOK! THE MOST IRREVERENT :D
    InstagramFacebook Official PageMiguel Gouveia / Blog Pieces Of Me :D

    RispondiElimina
  6. Complimenti che splendida interpretazione....l'ultima foto rende benissimo l'idea, meno male che ci sono tutte le tue chiare spiegazioni così è facile replicare!!!
    Baci

    RispondiElimina
  7. Πω, πω! Φαίνεται νοστιμότατη, Ελένη μου. Και είμαι βέβαιη ότι είναι! Πολλά φιλιά, φίλη μου.

    RispondiElimina
  8. Non ho mai assaggiato la versione salata e l'aspetto è proprio invitante, bell'idea, da replicare ^_^
    Se ti va è appena iniziato il nuovo contest "the mystery basket", sei la benvenuta https://ibiscottidellazia.blogspot.it/2017/11/the-mystery-basket-novembre-e-dicembre.html

    RispondiElimina
  9. Ma che bella idea la versione salata!!!!
    Dalla foto si direbbe dolce....troppo golosa :-P
    complimenti ^__^

    RispondiElimina

Grazie per essere passati e aver lasciato un commento! Ogni critica, perplessità, domanda sono per me spunti di riflessione e crescita!