Translate

mercoledì 22 marzo 2017

Pasta fillo rustica e tiropita di Skopelos


 Fillo choriàtico. Nella cucina greca è una delle più antiche preparazioni. "Fillo" in greco, (scritto φύλλο) significa "foglia" e "foglio" Nel nostro caso, nell'ambito culinario indica un foglio di pasta,  grosso o sottile, a seconda della preparazione e la destinazione d'uso!
Nella cucina greca troverete infatti  in uso, tre tipi di fillo da utilizzare in preparazioni sia salate che dolci:
  • il fillo rustico  quello che vi vado a descrivere
  • il fillo croustas che erronaemente viene chiamato "pasta fillo" (come in Grecia che la crostata viene chiamata "pasta Flora" pensando sia un dolce inventato da qualche signora di nome Flora!) che vi spiegherò in seguito come fare a casa.
  • il fillo sfogliata la nota pasta sfoglia francese lavorata con burro
     
Vediamo allora come fare la pasta fillo rustica. 
La quantità che vi propongo è per 4 pezzi di fillo rustico che come quantità può essere abbastanza per sperimentare ed esercitarsi. Vi usciranno 4 sfoglie dal diametro di 44-45cm circa che potete farcire con 100gr di formaggio fetta sbricciolato, per ciascuna e friggere o mettere al forno. Preparerete così delle piccole tiropites secondo la ricetta dall'isola di Skopelos (Tiròpita Skopèlou)


Ingredienti:
  • 250g farina 00
  • 2 cucchiaiate olio extra vergine di oliva
  • 1 cucchiaino di aceto
  • 2g di sale
  • 125ml di acqua
  • amido di mais per aprire le sfoglie
Per il ripieno
  • 400g di feta
  • olio extravergine d'oliva per spennellare in caso volete mettere al forno anzi che friggere
Esecuzione:
Formate un cratere nel cumulo della farina e versate il sale, l'olio, l'eceto e l''acqua. Impastate tutto in un panetto, che non so per quale magico motivo lasciate cadere dall'alto sul banco di lavoro per una decina di volte, ottenendo alla fine un panetto più omogeneo!
Prima e dopo
Dividete il panetto di pasta fillo rustica in 4 parti, formate delle palline, oleatele in superficie e lasciatele riposare per una ventina di minuti.



Prendete una pallina, schiacciatela con la mano e infarinatela con amido di mais.
Con il mattarello più fine che avete, aprire una sfoglia il più sottile possibile.
Non scoraggiatevi se si apre qualche buco e non cercate di richiuderlo. Piano piano con il tempo e l'esperienza non succederà più. O per lo meno se succederà la vivrete col giusto distacco emotivo!
Una volta fatta aperta (o stesa) la pasta fillo con l'aiuto del mattarello posizionatela sopra una teglia, spennellatela di olio e procedete con il resto delle palline. Una torta  salata ha un minimo di 4 fogli sotto e 4 sopra.
Se inveve volete fare tiropita di Skopelos sopra il foglio di pasta fillo rustica sbricciolate 100g di formaggio feta, arrotolatela e formate una chiocchiola.


Friggetela a temperatura media in abbontante olio d'oliva. In alternativa potete metterla al forno a 200°C fino a doratura desiderata, ma in quel caso prima di sbricciolate la feta dovete spennellare il foglio di pasta rustica con olio extravergine d'oliva. Naturalmente io vi ho dato la ricetta semplice della tiropita di Skopelos ma nella cucina greca troverete svariati ripieni e tutti tradizionalmente usati! Intanto gustatevi questa!





11 commenti:

  1. Cara Eleni, sono sempre curiose le tue ricette sempre di nomi strani, ma vedendo dalle foto non mi sembra tanto male forse sono pure buone.
    Ciao e buona serata cara amica, con un abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Meravigliosa ricetta, splendidamente illustrata, fantastiche foto :chiare e luminose...questa è davvero una signora ricetta...complimenti Eleni la tua bravura è veramente notevole!!! Bravissima, un bacio

    RispondiElimina
  3. Bellissima, complimenti!!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  4. So nice! <3

    ** Join Love, Beauty Bloggers on facebook. A place for beauty and fashion bloggers from all over the world to promote their latest posts!


    BEAUTYEDITER.COM

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks for invite me! I join you with pleasure!

      Elimina
  5. MA CHE IDEA STREPITOSA, CHE IMPASTO DIVINO!!!BRAVISSIMA!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  6. Adoro la pasta fillo però utilizzo sempre quella già pronta. Sono troppo pigra per farla. Soltanto con la feta non l'ho mai fatta, proverò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sonia questa non è la ricetta che dà quella che in Italia si chiama "pasta fillo". Questa è per ottenere un foglio (fillo appunto) rustico. Diverso di sapore, consistenza, spessore. La pasta fillo che si compra corrisponde a "fillo croustas" che in Grecia anche la più ferrata cuoca compra dai laboratori artigianali!

      Elimina
  7. Ciao ti ringrazio tantissimo per il favoloso commento e per il follow ti seguo anche io. Ricetta straordinaria. Un bacio

    RispondiElimina
  8. anche con il metro è una cosa seria :-))
    scherzo ovviamente mi piace molto la pasta fatta cosi con la feta in uno dei prossimi weekend mi metto all'opera per pasqua sicuramente, mi piace come fare la pasta cosi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Günther, se apri una sfoglia così mi dai la soddisfazione di una foto? In Grecia una donna che sa aprire una sfoglia è sinonimo di "donna da sposare" immagina un uomo l'effetto che fa!

      Elimina