Translate

sabato 8 gennaio 2022

Bougatsa

Golosa crema al semolino, aromatizzata alla vaniglia,  in croccante pasta fillo Stuffer e spolverata di zucchero a velo e cannella. Ricetta  greca.


Nel nord della Grecia precisano "bougatsa con formaggio" bougatsa con crema" "bougatsa con carne". Nella mia zona invece, regione di Tessaglia, bougatsa è una sola: golosa crema al semolino, aromatizzata con vaniglia, avvolta in croccante pasta fillo e spolverata, a piacere, con zucchero a velo e cannella. Chi può resistere? La forma pure è caratteristica: un rettangolo dal quale il venditore taglierà un bel pezzo da incartare, chiedendo prima "metto zucchero e cannella?" mentre l'aria si colma di profumo e la salivazione aumenta pericolosamente. La difficolta di questa bontà sta tutta nel preparare una squisita pasta fillo alla quale avvolgere la crema di semolino e questo compito lo si affida sempre agli artigiani che producono una speciale pasta fillo, chiamata "fillo all'aria" perché viene tirata sottilissima con l'aiuto appunto dell'aria. Io questo compito l'ho affidato alla Stuffer e questa è la seconda volta che cerco di fotografare questa ricetta combattendo contro la fretta che mi mettono i figli, girando intorno in attesa chi degli angoli e chi di un pezzo centrale. La prima volta, dopo aver fatto foto meravigliose come inquadratura, abbiamo fatto sparire la bougatsa proprio lì, sopra il set fotografico ancor prima di controllare le foto e infatti erano tutte sfuocate dalla fretta!

Ottima per colazione o merenda, sono sicura che la amerete se non la conoscete e amate già!
Ecco come preparare la bougatsa:

Golosa crema al semolino, aromatizzata alla vaniglia,  in croccante pasta fillo Stuffer e spolverata di zucchero a velo e cannella. Ricetta  greca.

  Ingredienti:

  • 500 g di latte intero
  • 70 g di semolino
  • 80 g di zucchero
  • mezza stecca di vaniglia o una vanillina
  • 20 g di burro per la crema
  • 60 g di burro per spalmare
  • 4 fogli di pasta fillo Stuffer
Golosa crema al semolino, aromatizzata alla vaniglia,  in croccante pasta fillo Stuffer e spolverata di zucchero a velo e cannella. Ricetta  greca.


Preparazione:

Golosa crema al semolino, aromatizzata alla vaniglia,  in croccante pasta fillo Stuffer e spolverata di zucchero a velo e cannella. Ricetta  greca.
In un pentolino mettete il latte freddo o temperatura ambiente, aggiungete lo zucchero il semolino e i semi di mezza stecca di vaniglia che avrete inciso, aperto e grattati via con la punta di un coltello. Mettete il pentolino sul fuoco e portate in ebollizione continuando a mischiare con una frusta a mano. Appena la crema si addensa, spegnete e aggiungete una noce di burro, 20 grammi circa.
Lasciate raffreddare la crema completamente, mischiandola di tanto in tanto, in modo che non ci formi la crosta in superficie.
Sciogliete il burro, spennellate due fogli di pasta fillo e sovrapponeteli. Al centro, posizionate la crema come nelle immagini e piegate la pasta fillo chiudendo a mo' di pacchetto.
Spennellate gli altri due fogli di pasta fillo, sovrapponeteli e spolverateli di zucchero e cannella. Posizionate sopra il pacchetto con la parte della chiusura verso il basso. Piegate nuovamente la pasta fillo per impacchettare ulteriormente la nostra crema al semolino.
Mettete a cuocere in forno ventilato a 170°C, posizionante la teglia nel ripiano più basso e cuocete fino a doratura desiderata. Circa 20 minuti.
La bougatsa si serve calda o tiepida, spolverata a piacere con ulteriore zucchero a velo e cannella mischiati assieme.

Golosa crema al semolino, aromatizzata alla vaniglia,  in croccante pasta fillo Stuffer e spolverata di zucchero a velo e cannella. Ricetta  greca.



sabato 4 dicembre 2021

Frollini con cioccolato e cocco

 

Gustosi frollini di pasta frolla Stuffer con cioccolato fondente e cocco essiccato. Ottimi per accompagnare un momento di relax.

Anche voi vi armate di libri, tè caldo e qualche coccola e aspettate impazienti che sia Natale per oziare dopo i mega cenoni e pranzi? Vero che l'ozio natalizio ha tutto un altro sapore? Io sto facendo le prove generali. Mi sono preparata dei frollini giocando facile con la pasta frolla Stuffer, mi sono messa su un angolino tranquillo, circondata dalle mie nuove piantine e i miei cari vecchi libri, che non leggo da 30 anni, (opere teatrali di Shakespeare) e mi godo il momento. Non chiedetemi quante pagine ho letto, ma se mi chiedete quanti frollini con cioccolato e cocco ho mangiato, riesco a darvi un numero degno di considerazione. Certe ricette non sono ricette. Sono idee di coccole e questi frollini sono proprio così. Facili e veloci da preparare quanto da far sparire. Vi serviranno pochi ingredienti e pochissimo tempo. Sono così buoni che mi è venuta voglia di prepararli e regalarli insieme ai dolci di Natale.

Gustosi frollini di pasta frolla Stuffer con cioccolato fondente e cocco essiccato. Ottimi per accompagnare un momento di relax.

Ingredienti:

  • 1 base di pasta frolla Stuffer
  • 100 g di cioccolato fondente al 55%
  • 40 g di latte
  • 4 cucchiaiate di cocco essiccato
Gustosi frollini di pasta frolla Stuffer con cioccolato fondente e cocco essiccato. Ottimi per accompagnare un momento di relax.


Procedimento:

Con un coppapasta piccolo, oppure con un bicchierino, tagliate a dischetti la pasta frolla e trasferite i dischetti su una teglia foderata con carta da forno. La pasta che avanza stendetela nuovamente infarinandola leggermente e tagliate altri discetti che abbiano lo stesso spessore, fino ad esaurimento. Cuocete  in forno statico, preriscaldato a 180°C, per 7-9 minuti.
Sciogliete a bagnomaria il cioccolato spezzettato nel latte e mischiatelo bene per farlo sciogliere. Lasciatelo raffreddarsi e  indurisci un pochino per qualche minuto, in modo che non colli e poi versate un cucchiaino su ogni dischetto. Cospargete con cocco essiccato e aspettate qualche minuto prima di fare l'assalto al vassoio di portata. 
Da me e dai frollini con cioccolato e cocco, questo è tutto, alla prossima.

Gustosi frollini di pasta frolla Stuffer con cioccolato fondente e cocco essiccato. Ottimi per accompagnare un momento di relax.


giovedì 4 novembre 2021

Maiale in crosta

Rotolo di maiale ripieno di mela cotogna, in crosta di pasta brisée Stuffer

Avete mai mangiato le mele cotogne in piatti salati? Sono squisite. Spezzatino di maiale con mele cotogne è un piatto succulento della tradizionale cucina greca. E se invece usassimo le mele cotogne per farcire la carne di maiale? Ma vi dirò di più, se chiudessimo tutto in una pasta brisée croccante, che si trova pronta nel banco frigo dei supermercati? Scoprirete un sapore che vi conquisterà. Sì, avete capito bene, sto facendo le prove per i piatti di Natale e maiale in crosta, ripieno di mele cotogne è sicuramente un piatto da festa e se non c'è una festa comandata, faranno festa le vostre papille gustative. Se non avete a disposizione le mele cotogne, potete usare una mela verde, varietà Granny Smith. Penso possa essere una degna sostituta.

Rotolo di maiale ripieno di mela cotogna, in crosta di pasta brisée Stuffer

Ingredienti:
  • una lonza di maiale da 1 kg circa
  • 2 spicchi d'aglio
  • 2 cucchiaini di miele
  • 2 cucchiaini scarsi di sale
  • 1 cucchiaino abbondante di senape in polvere, (o salsa di senape)
  • 2 cucchiaiate di olio extravergine d'oliva + 40 g
  • mezza mela cotogna o una piccola 
  • una foglia di alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 base brisée Stuffer
  • succo di un limone
  • un bicchiere di succo d'arancia
  • un bicchiere di acqua tiepida
Procedimento:

Con un coltello affilato e lungo di lama, praticate un taglio a spirale sulla lonza. Potete chiedere anche al vostro macellaio di preparavi la lonza per farne un rotolo ripieno.
Sminuzzate bene uno spicchio d'aglio, mischiatelo con 1 cucchiaino di sale, 2 di miele, 1 di senape e 2 di olio d'oliva extravergine e spalmate interno della lonza.Pulite la mela cotogna, tagliatela a spicchi e passatela da un piatto con acqua e limone per far sì  che non annerisca. Farcite la lonza con gli spicchi di mela cotogna, arrotolate la e legatela stretta con uno spago da cucina.
In una pentola grande il tanto da poter contenere il rotolo e dotata di coperchio, fate scaldare i restanti 40 g di olio extravergine d'oliva e rosolate il rotolo da tutte le parti. Aggiungete il secondo spicchio d'aglio intero, il rametto di rosmarino e la foglia di alloro lavati e asciugati. Sfumate con un bicchiere di succo d'arancia. Aggiungete un bicchiere di acqua tiepida e salate la carne con il secondo cucchiaino di sale.
Coprite e fate cuocere a fuoco lento per 1 ora, fino a che non evapori l'acqua e il succo d'arancia non si restringa.
Togliete il rotolo, lasciatelo raffreddare completamente e liberatelo delicatamente dallo spago.
Avvolgetelo nella pasta brisée e infornatelo a 200°C in forno ventilato per 20-25 minuti.
Tagliatelo a fette e servitelo con la salsa di cottura.

Rotolo di maiale ripieno di mela cotogna, in crosta di pasta brisée Stuffer

Avete mai provato lo stufato di mela cotogna e caldarroste? Se la ricetta vi intriga la trovate QUI!
E QUI invece trovate un altro rotolo di maiale ripieno!

lunedì 25 ottobre 2021

Salame di cioccolato ricetta greca

Salame di cioccolato senza burro e senza uova. Ricetta greca.

Il salame di cioccolato o mosaico ha un non so cosa di polpette. Crea la stessa dipendenza, ha una ricetta per casa ma è sempre troppo buono per resistergli. Ovviamente il migliore era quello di nonna, con noci, cognac, cioccolato e pere (ricetta che trovate QUI) ma anche questo, su ricetta che mi ha dato zia Anna non era male. L'abbiamo fatto fuori con grande piacere! Zia da sempre, ogni volta che ci incontriamo mi passa una ricetta. Di famiglia, di famiglia dei vicini, delle sue rimembranze? Mistero. Le segna su foglietti e poi non si ricorda se l'ha copiata da qualche parte, se gliel'hanno data o se l'ha inventata di sana pianta. Zia passa ormai gran parte della sua giornata davanti alla tv per motivi di salute, quindi può essere che l'abbia presa da qualche trasmissione greca. Ho cercato nel web ma non sono risalita all'autore della ricetta, caso mai ci fosse uno. Fatto sta che tahini, miele e cacao sono un connubio perfetto per i palati greci, adoperato da sempre spalmato su pane per addolcire la crescita dei fanciulli. Gli ultimi anni si trova anche in commercio in crema spalmabile già pronta, ma prepararla a casa non ci vuole niente, provatela!

Salame di cioccolato senza burro e senza uova. Ricetta greca.

 Ingredienti:

  • 150 g di tahini
  • 50 g di miele
  • 100 g di zucchero di canna
  • 400 g di yogurt greco
  • 40 g di cacao amaro
  • 2 cucchiaiate di cognac o brandy
  • 50 g di noci
  • 225 g di biscotti tipo oro Saiwa

Salame di cioccolato senza burro e senza uova. Ricetta greca.

Procedimento:

In un recipiente mischiate il tahini col miele, il cognac e il cacao amaro. Aggiungete lo yogurt e lo zucchero. Quando sarà tutto ben amalgamato incorporate le noci e i biscotti spezzettati. Arrotolate l'impasto diviso in due parti (escono due rotoli) con carta forno e mettetelo in freezer per 2 ore. Eccolo pronto in vostro salame di cioccolato preparato con una delle tante ricette greche.

Salame di cioccolato senza burro e senza uova. Ricetta greca.

 

mercoledì 6 ottobre 2021

Funghi in sfoglia - manitaropita

Golosa pasta sfoglia che racchiude un ripieno di funghi e formaggi. Ricetta facile e veloce.


In Grecia si chiama "manitaropita" ovvero "torta di funghi". Si prepara con pasta fillo, ma anche con la tanto amata pasta sfoglia. Si usano i fughi che si ha sottomano ed essendo ora in autunno, non c'è che l'imbarazzo della scelta. Io ho usato funghi champignon e champignon crema. Una torta di funghi e formaggi realizzata con tecniche di cucina greca per esaltare la bontà della pasta che la racchiude. Tutte le dritte per avere una pasta sfoglia che sfoglia veramente e rimane croccante a lungo.

In cucina con Stuffer è sempre una bella sfida! Spero vi possiate divertire pure voi. Alla prossima!

Golosa pasta sfoglia che racchiude un ripieno di funghi e formaggi. Ricetta facile e veloce.

 
Ingredienti:
  • 2 rotoli rettangolari di pasta sfoglia Stuffer
  • 350 g di funghi champignon, pesati al netto degli scarti
  • 1 porro piccolo (115 g)
  • 1 cipolla media (100 g)
  • 4 cucchiaiate di olio extravergine d'oliva
  • mezzo cucchiaino di sale
  • Pepe nero macinato al momento
  • Un pizzico di timo
  • 150 g pecorino canestrato
  • 150 g caciotta  di pecora
  • 1 tuorlo
  • 1 cucchiaiata di acqua
  • Sesamo

Golosa pasta sfoglia che racchiude un ripieno di funghi e formaggi. Ricetta facile e veloce.


Procedimento:

Pulite, lavate e tagliate a pezzettini piccoli la cipolla e il porro e metteteli ad appassire a fuoco dolce con 4 cucchiaiate di olio d'oliva extravergine.
Con un panno umido ripulite i funghi che avrete scelto freschi e compatti e tagliateli a fette sottili. Aggiungete i funghi nella padella e cuocete fino a che buttino la loro acqua di vegetazione,  che evapora e così restano solo con l'olio. Salate con mezzo cucchiaino di sale, pepate a piacere e aggiungete un pizzico di timo.
Appena il ripieno di fughi sarà completamente freddo, mischiate i formaggi grattugiati.
Stendete il primo rotolo di pasta sfoglia e adagiate sopra il ripieno lasciano circa 1 cm di bordo. Coprite col secondo rotolo, fate aderire bene i bordi e ripiegateli per sigillare il tutto.
Incidete le porzioni senza tuttavia arrivare fino in fondo. Quest'operazione serve per far sì che i vapori del ripieno fuoriescano e non intaccano la pasta sfoglia lasciandola molliccia ma le consentono di cuocere e sfogliare bene.
Diluite con un cucchiaio di acqua il tuorlo e spalmate la superficie. L'uovo sopra la pasta sfoglia si usa sempre diluito altrimenti si colora (arrivando a bruciarsi) prima che la pasta sfoglia sia effettivamente cotta. Fugge da collante per far attaccare il sesamo, perché il verità la pasta sfoglia, con la giusta cottura prende da sola un bel colore dorato.
Infornate a 170°C in forno ventilato precedentemente portato a temperatura, per 25 minuti circa, posizionando la teglia nella prima posizione in basso.


Golosa pasta sfoglia che racchiude un ripieno di funghi e formaggi. Ricetta facile e veloce.

martedì 28 settembre 2021

Pane greco


 

Pane greco di semola con lievito madre e olio d'oliva extravergine, impastato a mano.

Il pane greco non è solo il pane pita. Da quando arrivò dagli Egizi la lievitazione, i greci svilupparono talmente tanto l'arte bianca che nell'antica Grecia esistevano circa 50 diversi tipi di pane. Il pane per i greci è quello che è la pasta per gli italiani, il riso per i cinesi. Gia dall'antichità si arricchiva l'impasto con olio extravergine d'oliva e si preferivano farine saporite come quella di semola e l'integrale. 

Questa pagnotta è pane greco per la presenza dell'olio extravergine d'oliva, perché è fatta con lievito madre secondo le istruzioni di mia nonna greca e perché in fin dei conti è pur sempre fatto da una greca. 

La soddisfazione comunque del sfornare una pagnotta impastata a mano con lievito madre è superabile solo dalla soddisfazione di vedere i bambini fare merenda con una fetta di pane rifiutando ogni companatico, formaggio, salume o crema spalmabile che sia, per poterla gustare in purezza.
Il mio lievito madre (che no, non ha un nome) è costituito da 50 g di lievito madre che butto dentro il sacchetto della farina e lì sta fino alla successiva panificazione. Può attendere anche mesi. Sta lì, buono buono, cresce il primo giorno fino a diventare una bolla doppia di dimensioni rispetto la pallina iniziale, poi si secca, si indurisce e aspetta. Quando voglio panificare, prendo la bolla di lievito madre, la rompo col pestello aggiungo 40 g d'acqua e aspetto un po' finché riviene. Poi aggiungo altri 50 g di farina 00, impasto e lascio per 3-4 ore fuori dal frigo. A questo punto ho quasi 125 g di lievito madre.
Faccio un secondo rinfresco aggiungendo 25 g di acqua e 50 g di farina. Tolgo 50 g che conservo nella farina e col resto impasto subito, oppure dopo 3 ore. Se ho intensione di panificare dopo oltre le 3-4 ore, lo metto in frigo.

Signore e signori eccovi la ricetta del pane che accompagna gloriosamente le tavolate di cucina greca del mio home restaurant.

Pane greco di semola con lievito madre e olio d'oliva extravergine, impastato a mano.


Ingredienti:

  • 150 g di lievito madre a 3 ore dal rinfresco
  • 500 g di farina di semola rimacinata
  • 300 g di acqua tiepida
  • 20 g di olio d'oliva extravergine
  • 12 g di sale

Procedimento:

In una bacinella mettiamo tutti gli ingredienti e impastiamo per una ventina di minuti. Tempo che può essere utilizzato anche per meditazione, mentre si impasta.
Lasciate l'impasto riposare per 20 minuti in un bacinella coperto da un telo in plastica (potete aprire con le forbici un sacchetto per alimenti. Riprendete l'impasto, stendetelo un po' con le mani e poi piegatelo più volte su se stesso. Su Youtube potete trovare un'infinità di video su come fare le pieghe al pane. Lasciate riposare altri 20 minuti e fate le pieghe una seconda volta e poi una terza a distanza sempre di 20 minuti. A seconda della temperatura esterna (quella estiva è ideale) il vostro pane è pronto per essere formato e messo a lievitare per ultima vokts, sulla teglia di cottura foderata da carta da forno. Perciò alla terza piega date la forma che volete alla pagnotta, spolveratela con un po' di farina, copritela con il telo di plastica e lasciatela lievitare fino a che non raddoppia di volume.
Accendete il forno statico al massimo, con una lama ben affilata praticate dei tagli sulla pagnotta e bagnatela con un po' d'acqua. Mettete la teglia a contatto col fondo del forno e abbassate la temperatura a 220°C per 10 minuti. Poi abbassate nuovamente a 180° e lasciate per altri 20 minuti. Dopo di che proseguite la cottura per altri 10 - 15 minuti, intraponendo tra sportello e forno un mestolo di legno in modo che rimanga semiaperto e faccia asciugare bene la nostra pagnotta.

Una volta sfornato il pane lasciatelo su una grata a raffreddarsi se potete resistere.


  

Pane greco di semola con lievito madre e olio d'oliva extravergine, impastato a mano.


domenica 16 maggio 2021

Torta ricotta, miele e farina di ceci

Torta golosa, proteica e senza glutine per una colazione super. Preparata con ricotta, miele e farina di ceci.


Un'altra torta di ricotta, un'altra torta con farina di ceci, un'altra torta laccata con miele, un'altra con gocce di cioccolato. Come ben potete capire ho messo tutto quello che amo in una torta per fare colazione, ma anche spuntino e merenda. Le ricette le scrivo per voi ma le scrivo anche per me e questa è proprio così! Urge salvarla perché merita. Ovviamente la torta ricotta, miele e farina di ceci non poteva che essere senza glutine. Però ditemi, solo io faccio colazione con un calderone di tisane snellente e 4 fette di torta? Solo io, di Domenica, faccio colazione rigorosamente dopo le dieci e a mezzogiorno non ho ancora le idee chiare su cosa fare a pranzo?
Comunque, provatela questa che è super buona, ve la raccomando!

Torta golosa, proteica e senza glutine per una colazione super. Preparata con ricotta, miele e farina di ceci.


Ingredienti:

  • 350 g di ricotta (io di pecora)
  • 150 g di zucchero
  • scorza di un limone bio
  • un poco di cannella
  • 4 uova grandi
  • un pizzico di sale
  • 200 g di farina di ceci
  • 50 g fecola di patate
  • 8 g di lievito in polvere
  • 40 g di gocce di cioccolato fondente
  • miele a piacere
Torta golosa, proteica e senza glutine per una colazione super. Preparata con ricotta, miele e farina di ceci.


Procedimento:

Su 4 strati di carta da cucina appoggiate la ricotta per farla asciugare bene dallo siero. Dividete i tuorli dagli albumi. Aggiungete un pizzico di sale agli albumi e montateli a neve fermissima. In un altra ciotola più capiente, lavorate con le fruste elettriche la ricotta, lo zucchero, i tuorli, la scorza di limone e la cannella.
Aggiungete la farina di ceci setacciata assieme alla fecola di patate e il lievito in polvere.
Con un a spatola di silicone o un mestolo in legno incorporate piano piano gli albumi montati a neve, con movimenti lenti dal basso verso l'alto aggiungendo anche le gocce di cioccolato.
V
ersate in una tortiera da 24 cm (può andare bene anche una più piccola, così vi uscirà più alta) imburrata e infarinata o semplicemente, foderata da carta forno.
Cuocete per 35-40 minuti in forno statico preriscaldato a 180°C, posizionando la tortiera più in basso possibile.
Appena fuori dal forno, quindi ancora calda, capovolgete la torta su un piatto e spennellate il fondo con miele. Successivamente, capovolgete la torta sopra la griglia di raffreddamento e spennellatela con abbondante miele anche sopra e lasciatela raffreddare.


Torta golosa, proteica e senza glutine per una colazione super. Preparata con ricotta, miele e farina di ceci.