Translate

domenica 3 aprile 2016

Costolette di pollo

Kotòpoulo paidàkia #cucinagreca: Avete letto bene! Non "cotolette", coStolette! Come costolette di agnello, costolette di maiale... Ovviamente uno si chiede ma che costolle ha il pollo per farle arrosto? Infatti non si arrostiscono solo le costole ma il pollo intero. Il nome viene dato dal taglio dei pezzi che si ordinano al macellaio. Un pollo tagliato a pezzi come se fossero costolette d'agnello o maiale. Immaginate la faccia del mio macellaio quando gliel'ho chiesto...
- Questo pollo, grazie.

- Lo taglio a metà?
- No, lo tagli come se fossero costolette!
Rimase perplesso per qualche secondo e ho dovuto incoraggiarlo per ben due volte prima che cominciasse a trattare il pollo come una costata intera da separare.
- Ci provi! Anche se lo tagli male non fa niente! Lo compro lo stesso!
Fatte battere un po' i fusi delle coscie in modo che la marinatura penetri bene. 

Tagliato dal macellaio o da voi provatelo comunque perché vale la pena!

Ingredienti:
  • 2kg di pollo a pezzi
  • 4 cucchiaini di sale
  • 2 cucchiaini di origano
  • 2-3 cucchiaini di paprica dolce
  • olio extra vergine d'oliva
  • un uomo che arrostisce (ingrediente indispensabile)

Esecuzione:
Dalla sera prima condite il pollo con con abbondante olio extra vergine, in modo che tutti i pezzi siano ben oleati. Aggiungete il sale l'origano, la paprica e massaggiate bene la carne. Lasciate per 12-18 ore in macerazione. Tirate fuori dal frico un ora prima di cuocerlo e date un altra mescolatina ai pezzi in modo che la marinatura depositata nel fondo avvolga nuovamente la carne e lasciate che prendano temperatura anbiente prima di arrostirli.
 


Vi servira un barbecue e abbondante carbone arrdente. Il fuoco deve essere altissimo e la carne va girata in continuazione, quasi un minuto per parte finchè minuto dopo minuto non risulti cotto. Usate una griglia chiusa che vi permette di essere veloci nel cambiare parte. La cottura è come quella del pollo alla diavola. Come vi accorgerete che è pronto? Assaggiando! Poi pian piano, l'esperienza farà il resto. La quantità della marinatura la troverete voi sperimentando. Sappiate solo che se eccedete con l'origano avrete un retrogusto amarognolo, se userete poco olio il pollo uscirà più secco e il condimento non entrerà bene. E se provate ad aggiungere anche paprica piccante uscirà una ancora diversa squisitezza...

E' una grigliata che ben si presta per essere preparata con abbondante anticipo. Se vi avvanzerano dei pezzi vi accorgerete che il giorno dopo, riscaldati a dovere saranno ancora più saporiti del giorno stesso di cottura! 

Buon appetito!

 

1 commento:

  1. Che goduria!!!!! Una vassoiata solo per me :P :) Un abbraccio

    RispondiElimina