Translate

lunedì 16 gennaio 2017

Marmellata di clementine

Marmellata di clementine, una squizitezza di stagione! Con un tocco di zenzero poi raggiunge livelli di bontà stratosferici. Ottima sul pane e sulle fette biscottate, oppure per preparare buonissime crostate! Ma a casa mia viene subito consumata sopra i frollini e con una bella tazza di tè! Il che non mi dispiace, dato che mi fanno risparmiare la fatica di preparare la pasta frolla o drolla che sia! Importante per preparare le marmellate di clementine, di limoni o arancie che la frutta sia di agricoltura biologica e non trattata esternamente! Non c'è bisogno di preparare quantità industrialli e accatastare in dispensa. Sono così facili da preparare che basta anche un mezzo chilo di frutta, un po' di zucchero e il gioco è fatto anche poco prima di una visita improvissata per il tè delle cinque!
 
Ingredienti:


  • 1kg di clementine non trattate
  • 400gr di zucchero
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • succo di mezzo limone

Esecuzione:

Lavate le clementine  e mettetele sul fuoco, in una pentola con abbondante acqua e lasciatele bollire per 5 minuti, finchè l'acqua divendi gialla. Cambiate acqua per altre due volte.


Scolate delicatamente le clementine e una volta che diventano tiepide, con un coltellino appuntito togliete la buccia nel punto dove sta attaccato il picciolo tirando via anche il filamento bianco centrale. Tagliate le clementine a metà e privatele da eventuali semi. Sminuzzate i frutti e mettete polpa, succo e buccia in una padella antiaderente, con lo zucchero, il succo di mezzo limone e lo zenzero. Appena lo zucchero si scioglie prelevate la metà quantità e frullatela (o passatela dal passaverdure). A me piace che ci siano dei pezzi, ma se voi preferite potete frullare tutta la marmellata.


Rimettete sul fuoco e lasciatela bollire mescolando. Quando si restringe è pronta! Escono circa 3 barattolini da 250gr. A casa mia uno è stato consumato quasi subito, preso di mira coi frollini (con e senza glutine.)  Un altro messo in frigo ambisce di diventare presto crostata e il terzo si trova in frezzer in attesa  di essere utilizzato per qualche dolce particolare! Mi  sono impigrita e non sono stata lì a sterillizzare vasetti per essere sicura che si conservino fino alla seconda apparizione di Cristo. La marmellata mi piace fatta in piccole quantità, con la frutta di stagione (non della stagione di un anno fa!) consumata e caso mai rifatta! 



10 commenti:

  1. Buonaaa ma devo solo cercare quelle senza zucchero o alternative e fare questo senza zucchero non è che si conserverà tanto. Farò poco giusto per un paio di volte troppo buono. Buona giornata e settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse la potresti farla senza zucchero e conservarla in freezer in piccole porzioni che tiri fuori man mano che ti servono!
      Buona giornata! Grazie per la visita!

      Elimina
  2. TROPPO BUONA, GIA' LA ADORO!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso negare... è troppo buona davvero!
      Un abbraccio.

      Elimina
  3. Buonissima, una vera specialità!
    Sto preparando quella di arance ma domani vado a cercare le clementine adatte perchè mi ha fatto venire voglia di questa marmellata!
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonissima anche quelle di arancie! A casa mia fa sempre la stessa fine...
      Un abbraccio!

      Elimina
  4. Che delizia!!!! sai che non avevo capito che avevi fatto in tempo a fotografarla la tua marmellata? Ricetta magnifica, spiegata in modo dettagliato e cpn semplicità...bravissima!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati! Me li mangiavo vivi se non me la facevano fotografarla prima! :-)))
      Bacio!

      Elimina
  5. Non l'ho mai provata alle clementine ma dev'essere molto buona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è molto molto buona! Grazie per essere passata, un abbraccio.

      Elimina

Grazie per essere passati e aver lasciato un commento! Ogni critica, perplessità, domanda sono per me spunti di riflessione e crescita!