Translate

domenica 10 febbraio 2019

Brioches con robiola al profumo di rose


Finalmente ho fatto le brioches! Con una maestra che mi seguiva e mi incoraggiava mi sono lanciata pure io e da brava allieva appunto, ho avuto da subito la presunzione di farle diverse. Brioches morbidissime con ricotta e limone lei, Brioches con robiola al profumo di rose io. Evidente che non avevo la ricotta, no! Per il profumo invece anche se i miei alberi di limone sono carichi ho voluto provare l'essenza di rose comprata ad un supermercato pakistano, ma la potete sostituire con profumo che più vi piace, che sia vaniglia, limone e o scorza d'arancia. Nella cucina greca si fa la confettura di petali di rosa ed è sublime, si usa l'acqua di rose per profumare alcuni dolci, si fanno le caramelle e l'immancabile vasetto di petali di rosa allo sciroppo, un dolce al cucchiaio tradizionale che consiste nel offrire all'ospite un cucchiaino soltanto del dolce, accompagnato da un bicchiere di acqua fresca. Si tratta più che altro di una degustazione rituale mirata ad addolcire gli ospiti senza appesantirli. Insomma il profumo di rose in cucina mi mancava un po' e ho sopperito profumando queste morbidissime brioches a forma di croissant!




Ingredienti:

  • 570 g di farina manitoba (farina di forza, w300)
  • 120 g di zucchero
  • 200 g di robiola
  • 2 uova
  • 50 g di burro fuso
  • 140 ml di latte + quello necessario per spennellare
  • 1 bustina di lievito secco (o 20 g di lievito di birra fresco)
  • 2 cucchiaini di estratto di rose, o di vaniglia, oppure scorza di agrumi
  • zucchero a velo


Esecuzione:


Mettete il lievito in 50 ml di latte tiepido con 20 g dallo zucchero previsto e una cucchiaiata di  farina e lasciate che si attivi. Lo capirete perché inizierà a formare schiuma e a gonfiarsi.
In una bacinella lavorate a mano lo zucchero, la robiola e le uova. Aggiungete il resto del latte, sempre tiepido, la farina e il lievito attivato. Lavorate l'impasto fino ad ottenere una massa omogenea ed elastica e all'ultimo aggiungete il burro fuso ma non caldo, tiepido sempre.Piegate l'impasto più volte in modo che il burro venga assorbito, raccogliete in una palla, coprite con pellicola alimentare e lasciate in luogo caldo per fare raddoppiare il volume (circa due ore).
Sgonfiate l'impasto e su una superficie leggermente infarinata stendetelo col mattarello in cerchio di diametro 40-45 cm. Tagliate l'impasto in 12 spicchi  e arrotolate ogni spicchio partendo dalla circonferenza verso il centro.
Mettete nella teglia, coprite con pellicola alimentare e lasciate in un luogo caldo, che riprendano la lievitazione.
Spennellate di latte e infornate, dopo aver portato il forno statico a temperatura di 180°C per 20-25 minuti circa. Durante la cottura, spennellate altre due volte col latte.
Lasciate intiepidire e spolverate con zucchero a velo. Oppure subito dopo la prima spennellata di latte cospargete con filetti di mandorle.

Sono buonissime se scaldate leggermente o anche tostate!




6 commenti:

  1. Spettacolari!!! Altro che alieva: sei davvero un'artista in cucina.
    Sei creativa e capace...complimenti davvero...proverò anche io le tue, anche perchè con Apriti sesamo si va sul sicuro. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Spettacolari e con l'acqua di rose saranno molto profumate ^_^
    Bravissima!

    RispondiElimina
  3. Cara Eleni, ma che belli e buoni questi brioches, adatti per la prima colazione.
    Ciao e buona settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Complimenti sono bellissime!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  5. complimenti, hanno un ottimo aspetto,chissa' quanto buone!
    buona settimana!!

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia! Ti sono venute uno spettacolo :)

    RispondiElimina

Grazie per essere passati e aver lasciato un commento! Ogni critica, perplessità, domanda sono per me spunti di riflessione e crescita!